Redirect 301 o 302 come funzionano per la SEO

Redirect 301 o 302 come funzionano per la SEO

Un reindirizzamento si verifica quando qualcuno chiede una pagina specifica ma viene inviato a una pagina diversa. Spesso il proprietario del sito eliminava la pagina e impostava un reindirizzamento per inviare visitatori e crawler dei motori di ricerca ad una pagina pertinente.

Questo viene considerato un approccio migliore rispetto ad offrire un messaggio all’utente. I reindirizzamenti svolgono un ruolo importante nella vita di proprietari di siti, sviluppatori e SEO. Quindi rispondiamo ad un paio di domande ricorrenti sui reindirizzamenti per la SEO.

1. I Redirect sono dannosi per la SEO?

Dipende ma nella maggior parte dei casi no. I reindirizzamenti non sono negativi per la SEO solo se li metti in atto correttamente. Una cattiva implementazione potrebbe causare tanti tipi di problemi: dalla perdita di PageRank alla perdita di traffico ad esempio. Il reindirizzamento delle pagine è d’obbligo se apporti modifiche ai tuoi URL per non perde il pubblico che ti sei creato nel tempo e la raccolta di link.

2. Perché dovrei reindirizzare un URL?

Reindirizzando un URL modificato invii utenti e crawler a un nuovo URL, riducendo così al minimo i fastidi. Ogni volta che esegui qualsiasi tipo di manutenzione sul tuo sito stai effettivamente eliminando delle cose. Potresti eliminare un post, modificare la struttura dell’URL o spostare il tuo sito in un nuovo dominio. Devi sostituirlo o i tuoi visitatori arriveranno alla pagina 404. Se apporti piccole modifiche, come eliminare un articolo obsoleto, puoi reindirizzare quel vecchio URL con un 301 a un nuovo articolo pertinente, o dargli un 410 per dire che lo hai eliminato. Non eliminare le cose senza un piano, e non reindirizzare i tuoi URL ad articoli casuali che non hanno nulla a che fare con l’articolo che stai eliminando.

I progetti più grandi richiedono una strategia di migrazione degli URL, come passare da HTTP a HTTPS, ad esempio, modificando i percorsi URL o spostando il tuo sito in un nuovo dominio. In questi casi, dovresti guardare tutti gli URL sul tuo sito e mapparli nelle loro posizioni future sul nuovo dominio. Dopo aver determinato “cosa va dove”, puoi iniziare a reindirizzare gli URL. Utilizza lo strumento per la modifica dell’indirizzo in Google Search Console per notificare a Google le modifiche.

3. Cos’è un Redirect 301 e un Redirect 302?

Utilizza un Redirect 301 per reindirizzare permanentemente un URL a una nuova destinazione. In questo modo comunichi ai visitatori e ai motori di ricerca che questo URL è cambiato e che è stata trovata una nuova destinazione. Questo è il reindirizzamento più comune. Non utilizzare un 301 se desideri non utilizzare mai più quell’URL specifico. In tal caso, è necessario un Redirect 302.

Un Redirect 302 è un cosiddetto reindirizzamento temporaneo. Ciò significa che puoi usarlo per dire che questo contenuto è temporaneamente indisponibile a questo indirizzo.

Hai bisogno di maggiori informazioni su quale Redirect scegliere? Contatta gli esperti del Team di Akomet sempre pronti a risolvere ogni tuo problema e ad aiutarti a far crescere il tuo sito web.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Akomet.com