Confronto tra Cloud: Google Cloud Platform, Amazon Web Services e Microsoft Azure

Cloud a confronto: GCP vs AWS vs Azure

C’è una feroce sfida a tre per il dominio del cloud tra Google Cloud, Amazon Web Services e Microsoft Azure. Nella scelta di un provider di servizi cloud pubblico le persone non esperte possono concentrarsi solo sui prezzi, ma ci sono invece diversi fattori da considerare quando si decide di scegliere un determinato provider di servizi cloud. Questo articolo ti fornirà un confronto dettagliato tra GCP, AWS e Azure.

Il Cloud Computing ha fatto molta strada sin dal suo inizio tanto che attualmente non si tratta più di optare per il Cloud Computing o meno, ma quale piattaforma cloud scegliere. Con il mercato del cloud computing invaso da numerosi provider di servizi cloud Amazon Web Services, Microsoft Azure e Google Cloud Platform si distinguono come i primi tre fornitori di servizi cloud. Quale fornitore di Cloud scegliere? Perché scegliere AWS o Azure o Google Cloud? Continua a leggere questo articolo, noi di Akomet cercheremo di fornirti le risposte a queste domande.

Indice Argomenti:

1. Servizi Web Amazon (AWS).

Amazon Web Services è considerata parte integrante della famiglia Amazon.com, fornisce una piattaforma di cloud computing su richiesta a privati, aziende e governi con abbonamento a pagamento.

Amazon Web Services è l’operatore più anziano ed esperto nel mercato del cloud e per questo ha stabilito una base di utenti più ampia, nonché fattori di fiducia e affidabilità maggiori.

AWS è stato lanciato pubblicamente nel 2006 con offerte di servizi come Elastic Compute Cloud (EC2), Simple Storage Service (Amazon S3), ecc. Nel 2009 Elastic Block Store (EBS) è stato reso pubblico e servizi come Amazon CloudFront, Content delivery network (CDN) hanno aderito alle offerte del servizio di cloud computing AWS.

2. Microsoft Azure (Azure).

Microsoft Azure, inizialmente chiamato Azure, è stato lanciato nel 2010 con l’intento di fornire una piattaforma di Cloud Computing competente per le aziende. Azure è stato rinominato “Microsoft Azure” nel 2014, sebbene il nome “Azure” sia ancora comunemente usato. Sin dal suo inizio Microsoft Azure ha mostrato grandi innovazioni rispetto tra i suoi concorrenti.

3. Platform Google Cloud (GCP).

Google Cloud Platform (GCP) offerto da Google, è una suite di servizi di cloud computing che viene eseguito, per utente finale, sulla stessa infrastruttura utilizzata internamente da Google per i suoi prodotti come il motore di ricerca Google, YouTube ed altro ancora.

Google Cloud Platform ha iniziato la sua attività nel 2011 e in meno di un decennio è riuscita a creare una buona presenza nel settore del cloud. L’intento iniziale di Google Cloud era quello di rafforzare i prodotti di Google, come il motore di ricerca Google e YouTube. Con il passare del tempo hanno introdotto anche i loro servizi aziendali in modo che chiunque possa utilizzare Google Cloud Platform condividendo la stessa infrastruttura di quella di Ricerca Google o YouTube.

AWS vs Azure vs GCP: zone di disponibilità.

Abbiamo già stabilito che AWS è stato il primo nel dominio cloud, il che significa che ha avuto più tempo per stabilire ed espandere la propria rete. Quindi AWS è il più diffuso in tutto il mondo. Azure e GCP hanno anche loro una rete diffusa in tutto il mondo, ma la differenza si verifica nel numero delle rispettive zone di disponibilità.

  • Amazon Web Services ha 66 zone di disponibilità con altre 12 in arrivo.
  • Microsoft Azure ha 54 regioni in tutto il mondo ed è disponibile in 140 paesi in tutto il mondo.
  • Google Cloud Platform è stato reso disponibile in 20 regioni del mondo con altre 3 in arrivo.

Andiamo avanti con questo confronto tra Azure vs AWS vs GCP esaminando le quote di mercato e il tasso di crescita di ciascuno di questi provider di servizi cloud.

Amazon Web Services vs Microsoft Azure vs Google Cloud: le quote di mercato e il tasso di crescita.

Secondo i dati trimestrali riportati per il 2021 si può osservato che le entrate del cloud di Microsoft di Azure superano ancora una volta AWS e Google Cloud messi insieme.

Nonostante la grandezza dell’AWS di Amazon il cloud Azure di Microsoft ha superato i suoi concorrenti con i suoi 17,7 miliardi di dollari e la crescita dei ricavi del 50% rispetto al trimestre precedente, secondo il rapporto sugli utili fiscali. L’AWS di Amazon ha registrato un fatturato di 13,5 miliardi di dollari nel business cloud per il trimestre con una cresciuta del 32% mentre Google Cloud ha registrato un modesto 4,05 miliardi di dollari.

I rapporti affermano che ad aprile 2021 il mercato globale del cloud è cresciuto del 35%. AWS attualmente copre il 32% del mercato, seguito da Azure al 19% e Google al 7%.

Amazon Web Services vs Microsoft Azure vs Google Cloud Platform: chi li usa?

Poiché AWS è l’operatore più anziano nel mercato del cloud ha un supporto relativamente più ampio da parte della community e una base di utenti più grande, nonché clienti più noti e di alto profilo come Netflix, Airbnb, Unilever, BMW, Samsung, MI, ecc.

Con il tempo anche Azure sta guadagnando la sua quota di clienti di alto profilo. Al momento ha quasi l’80% delle aziende Fortune 500 come clienti. Alcuni dei suoi principali clienti sono Johnson Controls, Polycom, Fujifilm, HP, Honeywell, Apple, ecc.

Google invece, condividendo la stessa infrastruttura di Ricerca Google e YouTube, ha fatto sì che molte aziende di fascia alta come la nostra Akomet hanno riposto la loro fiducia in Google Cloud. I principali clienti di Google Cloud sono HSBC, PayPal, 20th Century Fox, Bloomberg, Dominos ecc.

Tutti questi fornitori di servizi cloud offrono vari servizi di cloud computing necessari per qualsiasi attività di base. La differenza si verifica nel numero di questi servizi. Continuando con questo articolo dedicato al confronto tra Azure vs AWS vs Google Cloud esamineremo le offerte dei servizi di questi provider cloud.

Amazon Web Services vs Microsoft Azure vs Google Cloud Platform: i servizi offerti.

Ora vedrai cosa hanno da offrire tutti questi tre giganti del cloud in termini di servizi. I servizi di elaborazione AWS sono di gran lunga i più evoluti e ricchi di funzionalità.

AWS offre circa 200+ servizi, Azure offre fino a 100+ servizi, mentre Google Cloud sta recuperando terreno con Azure e AWS offrendo oltre 60 servizi.

AWS vs Azure vs Google Cloud: strumenti chiave per il cloud.

Attualmente c’è molta concorrenza tra i tre fornitori di servizi cloud. In conformità con le ultime tendenze, e le richieste dei clienti, tutti e tre i fornitori hanno iniziato ad offrire questi servizi e probabilmente li espanderanno in futuro.

Strumenti chiave di Amazon Web Services.

Intelligenza artificiale ed apprendimento automatico.

Dal suo elenco di servizi diversificati orientati all’intelligenza artificiale, AWS offre DeepLens una fotocamera basata sull’intelligenza artificiale per lo sviluppo e la distribuzione di algoritmi di apprendimento automatico utilizzati per il riconoscimento ottico dei caratteri e il riconoscimento di immagini o oggetti. AWS ha annunciato la creazione di una libreria di deep learning open source chiamata Gluon, che potrà essere utilizzata da sviluppatori e non per creare rapidamente reti neurali senza alcuna conoscenza dell’IA.

SageMaker a Severless.

Amazon Web Services ha un lungo elenco di servizi nelle aree dell’apprendimento automatico e dell’intelligenza artificiale. L’elenco dei servizi di AWS include anche AWS SageMaker, utilizzato per addestrare e distribuire modelli di machine learning. Dispone inoltre dell’interfaccia conversazionale Lex che alimenta i servizi Alexa, il servizio di messaggistica IoT AWS Greengrass e il servizio di elaborazione serverless Lambda.

Strumenti chiave di Microsoft Azure.

Servizi cognitivi.

Investendo molto nei campi dell’apprendimento automatico e dell’intelligenza artificiale, Microsoft offre l’apprendimento automatico e un servizio bot su Azure. Oltre a questo, ha anche servizi cognitivi che includono Bing Web Search API, Text Analytics API, Face API, Computer Vision API e Custom Vision Service. Inoltre per l’IoT Microsoft dispone di numerosi servizi di gestione e analisi e il suo servizio di elaborazione serverless è noto come Functions.

Software di supporto MSFT.

Azure dispone di diversi strumenti che aiutano a supportare il software Microsoft locale. Backup di Azure è un servizio che collega Windows Server Backup in Windows Server 2012 R2 e Windows Server 2016. Visual Studio Team Services ospita progetti di Visual Studio in Azure.

Strumenti chiave di Google Cloud.

IoT a Serverless.

Tra tutte le tecnologie avanzate Google Cloud offre nelle API, per il linguaggio naturale, la sintesi vocale, la traduzione e altro ancora. Oltre a queste offerte troviamo servizi IoT e serverless ma con anteprima versione beta.

L’intelligenza artificiale.

Google Cloud è attualmente il leader nello sviluppo dell’IA. Il merito va a TensorFlow, una libreria software open source per la creazione di applicazioni di machine learning. TensorFlow è molto popolare tra gli sviluppatori.

AWS vs Azure vs Google Cloud: le opzioni ibride e multi cloud.

Tutti e tre i fornitori non sono ancora interessati in modo significativo alle offerte ibride e multi cloud ma offrono strumenti diversi per offrire ai clienti maggiore flessibilità.

AWS vs Azure vs Google Cloud: i prezzi.

Di seguito è riportato un confronto tra i modelli di prezzo di AWS, Azure e GCP in base al tipo di macchina che offrono:

Tipo di macchinaAWSAzureGoogle Cloud
Istanza più piccolaNel caso di AWS un’istanza molto semplice che include 2 CPU virtuali e 8 GB di RAM ti costerà circa € 69 al mesePer lo stesso tipo di istanza, ovvero un’istanza con 2 vCPU e 8 GB di RAM, in Azure, ti costerà circa € 70 al mese.Rispetto ad AWS, GCP ti fornirà l’istanza più semplice contenente 2 CPU virtuali e 8 GB di RAM a una tariffa inferiore del 25%. 
Quindi ti costerà circa € 52 al mese.
Istanza più grandeL’istanza più grande offerta da AWS, che include 3,84 TB di RAM e 128 vCPU, ti costerà circa € 3,97 Euro/ora.L’istanza più grande offerta da Azure include 3,89 TB di RAM e 128 vCPU. Costa circa € 6,79 Euro/ora.GCP in questo caso supera gli altri concorrenti con la sua istanza più grande che include 3,75 TB di RAM e 160 vCPU. Ti costerà circa € 5,32 Euro/ora.
I prezzi indicati in questa tabella sono quelli attualmente in corso. Per il futuro si raccomanda a visionare le varie offerte proposte dai Cloud.

Un altro punto da notare è che Amazon Web Services ha recentemente iniziato a offrire la fatturazione con pagamento al minuto. Microsoft Azure offre già la fatturazione con pagamento al minuto mentre Google Cloud Platform offre modelli di fatturazione con pagamento al secondo che consentono agli utenti di risparmiare molto di più rispetto all’utilizzo di AWS o Azure. Google offre anche vari sconti per aiutare i clienti a risparmiare fino al 50% in alcuni casi rispetto ad AWS.

Amazon Web Services: i pro e i contro.

Non è un caso che AWS sia il più grande attore nel settore del cloud computing coprendo una quota di mercato totale di circa il 33%. Uno dei motivi di questa popolarità è la disponibilità di oltre 200 servizi gestiti da Amazon Web Services e la facilità con cui possono essere utilizzati.

Oltre a questo, ci sono molti altri vantaggi che rendono AWS un attore di primo piano nel mercato, tra cui una vasta gamma di operazioni e una rete completa di data center in tutto il mondo. Con la sua facilità nel fornire scalabilità e sicurezza ai suoi utenti, Amazon Web Services è diventato il provider più sicuro ed affidabile per l’impresa.

Oltre ad avere questi vantaggi AWS ha uno problema nella sua strategia di prezzo. Sebbene le organizzazioni ritengano che Amazon Web Services sia il fornitore di servizi cloud più adatto, quello che non convince del tutto è la sua strategia di prezzo, che anche dopo aver costantemente ridotto i prezzi, risultano essere un po’ troppo elevati e difficilmente gestibili in maniera efficace per quanto riguarda la proporzione tra carichi di lavoro ed alto volume sul servizio.

Microsoft Azure: i pro e i contro.

Microsoft è entrata nel mercato del cloud portando i suoi servizi on-premise nel cloud come Windows Server, Office, SQL Server, Sharepoint ed altri. Ciò aiuta Microsoft a primeggiare suoi concorrenti poiché Azure è integrato con altre applicazioni comunemente utilizzate dalla maggior parte delle organizzazioni. Inoltre Microsoft offre sconti significativi ai propri clienti sui contratti di servizio.

Alcune delle aree in cui Microsoft non è all’altezza sono la manutenzione richiesta per la piattaforma e l’elevata esperienza necessaria per utilizzare Azure. Tuttavia gli ampi vantaggi della piattaforma spesso superano i suoi svantaggi e le organizzazioni si affidano a Microsoft Azure per i loro requisiti sul cloud.

Google Cloud Platform: i pro e i contro.

Google Cloud, che viene fornito con Google Workspace, è un forte concorrente quando si tratta di offrire servizi cloud. Ha iniziato le sue offerte da quando Google ha sviluppato lo standard Kubernetes che ora è offerto anche da AWS ed Azure. Specializzato in offerte di elaborazione elevate, come big data, analisi ed apprendimento automatico, Google cloud offre notevoli capacità di ridimensionamento e bilanciamento del carico.

Sebbene Google Cloud Platform abbia alcuni vantaggi, presenta anche alcuni inconvenienti. Google non ha un ottimo servizio di assistenza per i propri clienti. Tuttavia sta rapidamente espandendo le sue offerte e la presenza di data center globali. In futuro Google Cloud potrebbe diventare un concorrente molto forte per Amazon ed Azure.

AWS vs Azure vs Google Cloud: cosa è meglio per te?

Concludendo questa è la classifica generale, divisa per argomenti, sul confronto dei 3 cloud:

  • Esperienza: con un vantaggio di 5 anni in più sul mercato il vincitore è Amazon Web Services.
  • Zone di disponibilità: con un numero maggiore di regioni e zone di disponibilità il vincitore è AWS.
  • Quote di mercato: con circa un terzo delle quote di mercato a suo nome il vincitore è Amazon Web Services.
  • Tasso di crescita: avendo un tasso di crescita di quasi il 100% il vincitore è Google Cloud Platform.
  • Chi li usa: con vari clienti di fascia alta che utilizzano tutte e tre le piattaforme cloud abbiamo un pareggio.
  • Servizi: Quando si tratta di confrontare il numero di servizi offerti il vincitore è AWS. Per quanto riguarda l’integrazione con sistemi open-source e locali, come gli strumenti MS utilizzati principalmente in quasi tutte le organizzazioni il vincitore è Microsoft Azure.
  • Modelli di prezzo: con modelli di prezzo e modelli di sconto più adatti ai clienti il vincitore è Google Cloud Platform.

Amazon Web Services ha ottenuto più punti in questa sfida tra i cloud di Azure vs AWS vs Google Cloud ed oggi è facilmente in testa a tutti i principali provider di cloud. Tuttavia è difficile dire per quanto tempo AWS indosserà la corona del principale provider di servizi cloud, dato che Azure e GCP stanno facendo una concorrenza spietata. Anche se AWS ha l’ulteriore vantaggio di essere il primo nel suo genere, Azure e GCP hanno diversi punti di forza. L’uso del cloud di Azure ha più senso per diverse organizzazioni che usano gli strumenti di MS poiché è facile integrare gli strumenti di MS con il cloud di Azure. Inoltre GCP offre il miglior modello di prezzo per l’infrastruttura su cui girano il motore di ricerca Google e YouTube, motivo per cui i clienti possono scegliere Google Cloud Platform.

Alla fine sarebbe meglio dire che non si tratta di scegliere il miglior fornitore di servizi cloud, ma piuttosto di scegliere il fornitore di servizi cloud più adatto alle proprie esigenze. Noi di Akomet, per la nostra attività e per i nostri clienti, usiamo Google Cloud Platform per la sua velocità di calcolo, perché offre un’esperienza eccezionale con una latenza sempre più bassa e con prestazioni sempre più elevate attraverso un maggior numero di sedi in tutto il mondo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Akomet.com